Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

MatchingDay 2013, Udine punta sull’incontro tra gli imprenditori

La quinta edizione del MatchingDay di Udine si è chiusa con numeri da record. 130 le imprese coinvolte, dal Friuli al Veneto, dall’Austria alla Slovenia, più di 2mila gli incontri organizzati per offrire a imprese e imprenditori un momento di confronto e di incontro per creare nuove relazioni e strategie imprenditoriali innovative. Il tutto in quindici minuti di faccia a faccia. Numeri che confermano la bontà di un’idea innovativa per sviluppare il tessuto imprenditoriale, nonostante la crisi economica e l’incertezza politica del paese. “Gli obiettivi sono stati determinati dalle aziende – ha spiegato Gian Luca Gortani, direttore di Confartigianato Udine – cinque anni fa abbiamo chiesto cosa potevamo fare come associazione di categoria per aiutare le imprese ad affrontare la crisi. La risposta è stata molto netta, le imprese ci hanno chiesto di aiutarle ad avere nuove collaborazioni, nuove relazioni commerciali, produttive e innovative. Da lì, l’idea di creare un evento per metterle in contatto, anche nell’ambito di un territorio vasto ma comunque delimitato come quello del Triveneto, all’Austria, alla Slovenia. Le risposte sono state positive perché abbiamo creato un momento in cui, attraverso la formula dello speed dating, quindi con turni da 15’, c’è la possibilità di massimizzare nell’arco di una giornata il numero di contatti diretti. Ci si guarda in faccia, si scambiano poche informazioni, qualche contatto e si fa la semina per il lavoro di tutto l’anno, in cui trasformare questa semina in veri e propri rapporti di lavoro e rapporti di collaborazione”, ha sottolineato Gortani. Non solo incontri e opportunità, però, il MatchingDay di Udine ha offerto anche 16 desk informativi alle imprese partecipanti, soprattutto dell’ITC, dei servizi, della metalmeccanica e dell’impiantistica. Una formula innovativa di interazione tra le imprese, che in cinque anni ha prodotto risultati importanti, non soltanto per le imprese ma anche per l’associazione. A raccontarli è il direttore Gortani. “Dal Matching Day è nata un’idea diversa, che è quella del “Forum 3D di Udine”, un forum interamente dedicato alle tecnologie tridimensionale applicate all’impresa. Un progetto che abbiamo fatto nostro come associazione di categoria ma che è nata dal contatto tra due, tre imprese all’interno del prima edizione del Matching Day, non solo come formula per dare vita a rapporti di collaborazione e innovazione all’interno delle imprese, ma anche per l’associazione insieme alle imprese”, ha concluso Gian Luca Gortani. Udine ha tracciato la strada. Per rilanciare il tessuto imprenditoriale del territorio, l’associazione friulana ha puntato sull’incontro faccia a faccia tra gli imprenditori. Un format che ha convinto altre realtà di Confartigianato, come la Toscana, Vicenza e Portogruaro. “Abbiamo ideato il Matching Day come una formula aperta, che può essere tranquillamente copiata, migliorata o adeguata alle proprie realtà locali – ha concluso Gortani – Il nostro know-how, quello che abbiamo sviluppato in cinque anni, è a disposizione di tutte le associazioni territoriali che lo vogliono sperimentare sul proprio territorio”.